• Benvenuti... PSRacing è un ritrovo di Piloti virtuali, che usando la PlayStation® e suoi giochi Race, sfogano la loro passione per le corse automobilistiche DIVERTENDOSI...
  • Dalla spiga alla pasta Che la pasta sia fatta solo di due ingredienti si sa! La semola e l'acqua . . . Usiamo solo la semola prodotta con il nostro grano duro Senatore Cappelli BIO. La semola viene prodotta mediante processi innovativi che permettono di mantenere il germe del grano anche nella semola non integrale, garantendo un sapore inconfondibile al prodotto e delle caratteristiche organolettiche e nutraceutiche ...
    sponsor ufficiale
  • GTSport Troverai tutti gli aggiornamenti di GTSport®.
    Partecipa e condividi le nostre iniziative e i Campionati che organizziamo
    Ti aspettiamo ...
  • ®Assetto Corsa NEWS ed EVENTI riguardo questo Titolo ormai entrato di prepotenza nelle nostre consolle.
    Attualmente in sospeso a causa di un online poco affidabile
  • ®ProjectCars2 NEWS ed EVENTI riguardo questo Titolo la nuova evoluzione della serie di corse vincitrice di numerosi premi, in cui le auto più iconiche gareggiano in condizioni emozionanti, per offrire l'esperienza di guida definitiva.
    Attualmente Gare sospese causa poco interesse degli utenti
  • Rubrica da condividere e discutere, che ci fa conoscere Curiosità ed Eventi riguardanti la "Storia dell'Automobilismo Sportivo"
    Aggiornato annualmente ma utile per ricordare le origini dell'Automobilismo
Sabato, 04 Febbraio 2017 09:41

Fino ai giorni nostri

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

1910 - 1939

L'Italia fu il secondo paese a chiamare la corsa "Gran Premio": la prima edizione si disputò nel 1921.

Nel 1924 si aggregarono anche Belgio e Spagna.
Nel 1922 fu costruito il circuito permanente di Monza, il terzo al mondo e il primo nell'Europa continentale; risale invece al 1927 un'altra pista leggendaria, quella del Nürburgring.


Negli anni trenta si delineò in misura definitiva la differenziazione tra auto da Gran Premio e macchine Sport, con le varie case automobilistiche come Alfa Romeo, Auto Union, Bugatti e Mercedes-Benz che costruirono vetture da 600 cavalli. Il peso massimo era di 750 kg, limite in vigore dal 1934 al 1937.

Un vero e proprio Campionato del Mondo per macchine da Gran Premio che premiava solo le Case, fu organizzato per tre stagioni dal 1925 al 1927 e vide l'affermazione, in successione, di Alfa Romeo ('25), Bugatti ('26) e Delage ('27).

Nel 1931 e 1932 fu istituito un Campionato Internazionale che il primo anno premiò Minoia (Alfa) e successivamente Nuvolari (anche lui su Alfa).

Nel Gran Premio di Monaco del 1933, per la prima volta nella storia, la griglia di partenza fu determinata dai tempi di qualificazione.

Le squadre già da anni erano differenziate dal colore della propria nazione:


Francia –Blu (Blu di Francia)
Italia – Rosso (Rosso corsa)
Gran Bretagna – Verde ("British Racing Green")
Germania – Bianco e dopo Argento (Frecce d'argento)
Belgio – Giallo
Giappone - Bianco
Stati Uniti d'America - Bianco con strisce Blu o Blu (Blu reale)

 

1923 Enzo Ferrari | Alfa Romeo RL


Il Predominio delle vittorie fino agli anni venti era dei costruttori francesi (Bugatti, Delage), ma con l'arrivo delle case italiane come Alfa Romeo e Maserati le cose iniziarono a cambiare, impossessandosi esse del dominio completo sul panorama automobilistico.
Negli anni trenta, il Partito Nazista stanziò consistenti somme a favore delle case tedesche (Mercedes e Auto Union), per cercare di vincere le corse ed aumentare inoltre il prestigio del III Reich, cosa che riuscì, giacché quelle case dominarono le corse dal 1934 al 1939.


Nel 1935 nacque il primo "Campionato Europeo Grand Prix" per piloti, dove i migliori corridori si affrontavano in alcuni Gran Premi Europei. Questa competizione durò fino al 1939, anno dell'inizio della seconda guerra mondiale, e fu sempre dominato da piloti e vetture tedesche.

 


1950 - Oggi

A Parigi nel 1949, la Federazione Internazionale (oggi la FIA) organizzò il primo Campionato del Mondo di Formula 1 per l'anno successivo. Fu instaurato un sistema di punti per le sette gare del Mondiale, che racchiudeva anche la 500 Miglia di Indianapolis.


Il primo Gp di Formula 1 fu svolto nel circuito inglese di Silverstone il 13 maggio. Quel Mondiale lo vincerà Nino Farina con l'Alfa Romeo.
Da allora sono nate tantissime categorie di corse automobilistiche: quelle a "ruote scoperte" (che oggi sono conosciute come vetture di Formula) e quelle a "ruote coperte" (come le vetture Sport Prototipo, GT, Turismo e da Rally).


Dalla F1 sono nate la Champ Car e la Formula Indy negli Stati Uniti d'America, le categorie minori come la GP2 (ex Formula 2 e Formula 3000 da cui sono usciti tantissimi talenti), la Formula 3 (dove Michael Schumacher e Mika Häkkinen si davano battaglia nella loro adolescenza), la Formula Renault, la Formula Nippon, la Formula Atlantic, il karting (la categoria base per tutti i piloti) e la nuovissima A1 Grand Prix, il campionato di corse tra nazioni.


Tra le ruote coperte, oltre al Rally, il Granturismo si è evoluto con la WTCC (ex ETCC), il Deutsche Tourenwagen Masters (DTM Campionato Tedesco di altissimo livello), i Challenge Ferrari e la FIA GT.

Fonte :

Letto 606 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti